Overview

Le fotografie dell’Archivio storico di Eni
Le immagini sono parte della trama di un’intensa narrazione: i fondi d’archivio storici di Eni contengono numerosi materiali realizzati da grandi studi e grandi fotografi. Raccontano l'evoluzione storica e industriale di Eni in Italia e all'estero, i grandi impianti petrolchimici, i manager e i tecnici che hanno contribuito allo sviluppo dell’azienda, i rappresentanti del mondo istituzionale, dell'economia e della politica in visita agli impianti della Società, il percorso di metanizzazione dell'Italia, l'esportazione delle tecniche e delle infrastrutture all'estero e la figura di Enrico Mattei, sia dal punto di vista privato che pubblico.

La fotografia di un’azienda e di un Paese

Un patrimonio fotografico di alto valore storico e artistico, sia per i contenuti, sia per gli autori e gli studi fotografici coinvolti: da Federico Patellani a Mimmo Jodice, e ancora Aldo Ballo, Bruno Stefani, Marco Anelli, Studio Rotofoto, Studio Giacomelli, Publifoto. L'Archivio storico fotografico di Eni conserva:

  • 500mila fotografie a stampa in bianco e nero e a colori
  • 200mila diapositive
  • 30mila negativi
tutti di vari formati e tipologie, per un arco temporale che copre l'intero secolo scorso. La ricchezza della raccolta consente di ripercorrere la storia di Eni e di molte delle sue società attraverso un patrimonio le cui informazioni sono immediatamente accessibili e ricche di significati. Le splendide foto scattate nella seconda metà degli anni Cinquanta da Federico Patellani nei campi egiziani non raccontano solo le caratteristiche del campo stesso, ma restituiscono la testimonianza del rapporto di collaborazione tra i tecnici Eni e le maestranze locali. Allo stesso modo gli scatti realizzati nello stesso periodo nei primi Motel Agip non riportano solo le sobrie scelte architettoniche e d'arredamento, ma anche lo spirito di efficienza e cortesia, vero cavallo di battaglia della neonata rete di distribuzione dell'Agip.

La ricchezza dell'archivio

L'archivio storico fotografico è stato costituito nel febbraio del 2005 dopo aver predisposto e realizzato condizioni ottimali di conservazione specifiche per ogni tipo di materiale depositato presso il sito di Pomezia. Fino a oggi sono stati schedati oltre 400 servizi, per un totale di circa 10 mila scatti, relativi principalmente al Presidente Enrico Mattei, alle infrastrutture industriali e alle stazioni di servizio. La schedatura del materiale dell'archivio fotografico è effettuata con il software comune a tutte le tipologie documentarie dell'archivio storico e con un'apposita scheda fotografica costruita secondo gli standard descrittivi internazionali in materia.

Il fondo Agip

Sono raccolte le immagini che documentano l'evoluzione storica e industriale di Eni in Italia e all'estero, sin dagli anni Venti. Vengono illustrate le prime attività di ricerca petrolifera e gli impianti di raffinazione, con particolare riguardo allo storico sito di Cortemaggiore e all'attività di ricerca petrolifera dell'Aipa (Azienda Italiana Petroli Albanesi) in Albania. Nel fondo è presente un ampio reportage sull'attività di ricerca dell'Agip in Iran, fotografata da Federico Patellani alla fine degli anni Cinquanta. Una grande quantità di immagini è poi dedicata alla rete di distribuzione dei carburanti, che consente di seguire l'evoluzione architettonica delle stazioni di servizio in Italia e all'estero, del marchio Agip e dei servizi aggiuntivi alla clientela, come Ristoragip e Motelagip. Anche per le stazioni di servizio Federico Patellani firma un reportage lungo l'Italia da nord a sud, un'Italia "minore", autentica, vista proprio attraverso le stazioni di servizio Agip. In questo fondo sono inoltre conservati gli scatti che raccontano lo sviluppo delle strutture di produzione e vendita dell'Agipgas.

Il fondo Anic

Sono raccolte le immagini dei grandi impianti petrolchimici gestiti dalla società Eni che si occupava delle attività chimiche:
  • la raffineria di Bari costruita nel 1938 per il trattamento del greggio albanese mediante un processo di idrogenazione
  • la raffineria di Livorno, completata nel 1940 con attrezzature per la produzione di lubrificanti e paraffine, di cui sono presenti anche le foto dei danneggiamenti subiti a causa di incursioni aeree nel periodo bellico
  • il petrolchimico di Ravenna con le foto dell'inaugurazione nel 1958 alla presenza di Enrico Mattei e di alte personalità politiche
  • le fotografie degli impianti di lavorazione di grassi e lubrificanti della raffineria di Novara
  • lo stabilimento petrolchimico di Gela per il quale si conservano le immagini della cerimonia della posa della prima pietra nel 1960 con Enrico Mattei e il ministro Emilio Colombo.
L'Archivio custodisce, inoltre, fotografie che riprendono eventi ufficiali, come le visite di Enrico Mattei agli impianti e momenti di vita quotidiana di operai al lavoro.

Fondo Snam

Il fondo racconta il percorso di metanizzazione dell'Italia, attraverso lo scavo e la posa in opera della fitta rete di condotte, l'esportazione delle tecniche e delle infrastrutture all'estero, soprattutto in Europa e nei Paesi in via di sviluppo. Si trovano fotografie degli anni Cinquanta di impianti presso vari stabilimenti italiani che testimoniano la diffusione dell'utilizzo del gas metano per usi industriali e di impianti di ricompressione del metano a San Donato Milanese, Ravenna, Cavenago e Caviaga. L'Archivio conserva, inoltre, le immagini delle navi metaniere utilizzate per il trasporto del gas e altre che ritraggono le visite ufficiali di alte personalità agli impianti.

Focus su Enrico Mattei

L'uomo, il personaggio pubblico, il manager che con la sua visione ha lasciato, anche attraverso le immagini pubbliche e private, un'impronta inconfondibile. Sono documentati la famiglia di origine, i luoghi dove ha trascorso l'infanzia e l'adolescenza, il servizio militare, i primi incarichi nella conceria di Matelica, l’incontro con Greta Paulas, spesso al suo fianco anche in occasioni pubbliche, l'impegno partigiano e le onorificenze ricevute. In seguito gli esordi all'Agip, le verifiche sui campi di ricerca e produzione, gli incontri a carattere nazionale e internazionale, le inaugurazioni e le visite agli impianti, i momenti di relax con le battute di pesca.

Multimedia

Voci collegate

Eni: la storia di una grande impresa

Il ritratto di una grande impresa nella storia: cooperazione, internazionalità, sostenibilità hanno contraddistinto dall’inizio le nostre attività.

Enrico Mattei. L’uomo del futuro

Le principali tappe della biografia di Enrico Mattei, primo Presidente di Eni. Le idee del fondatore di un’impresa energetica nazionale.

Enrico Mattei. Le parole e le testimonianze

I materiali che fanno la storia di Enrico Mattei: gli ebook, filmati e documenti autentici realizzati da Eni in collaborazione con Rizzoli.

Le riviste storiche di Eni

“Gatto Selvatico” ed “Ecos” sono le riviste aziendali di Eni. Vi hanno collaborato alcuni degli scrittori italiani più importanti.

I fondi dell’Archivio storico di Eni

L’Archivio Storico di Eni raccoglie migliaia di documenti sull’attività del Gruppo prodotti dall’inizio agli anni Ottanta del Novecento.

Eni Movies, l’Archivio audiovisivo di Eni

L’archivio cinematografico di Eni comprende materiale audio e video di qualità realizzato nel corso degli anni.

I documenti dell'Archivio storico di Eni

La collana editoriale Documenti dall'Archivio Storico di Eni nasce per diffondere audiovisivi e lungometraggi d’autore recuperati negli anni.
Back to top