Overview

Il brand Eni oggi
L’inconfondibile marchio di Eni descrive pienamente la filosofia aziendale incentrata sulla passione per l’innovazione tecnologica e il progresso, uniti a valori irrinunciabili come l’integrità, il rispetto per le persone e la salvaguardia dell’ambiente. Oggi l’azienda è una realtà dinamica, capace di aprirsi a un mercato sempre più competitivo senza dimenticare la tutela degli individui e del paesaggio. Eni si è adeguata ai tempi, crescendo con l’Italia e gli italiani. Tra le manifestazioni di questa crescita c’è anche l’ultimo adattamento del marchio, che nel 2010 ha subito un restyling fondato sul concetto di “apertura”. Ecco le motivazioni su cui si è basata la nuova versione del nostro logo.

Un marchio inconfondibile che rappresenta i valori aziendali

Eni è un’azienda storica che interagisce e collabora con molteplici interlocutori esterni, che risponde ai bisogni del territorio e che si apre a un mercato in continuo cambiamento, mantenendo un nome e un marchio inconfondibile, quello del cane a sei zampe. Il vissuto e i valori di Agip e di Eni si sono fusi in una sola identità, quella di un'impresa integrata per la produzione di energia, impegnata a crescere in tutto il mondo nell'attività di ricerca, trasporto, trasformazione e commercializzazione di petrolio e gas naturale. Nei sessantasei Paesi in cui Eni è presente, il suo marchio comunica innovazione, cultura, attenzione alla sostenibilità e predisposizione alla collaborazione con le aziende e le comunità locali. Il trasferimento di queste linee guida agli scenari complessi presenti in molte zone del pianeta ha spinto Eni a rinnovarsi ulteriormente recuperando la stretta relazione che intercorre tra ambiente naturale, persone e società per adeguarsi ai tempi. Il processo di privatizzazione dell’azienda iniziata nel 1995 unito a un mercato che si fa di giorno in giorno sempre più competitivo portano quotidianamente Eni a ripensare se stessa e di conseguenza a rinnovare il suo marchio.

La dinamicità del logo spinge Eni verso il futuro

Il cane a sei zampe associato al nome di Eni è la sintesi ideale di questa filosofia. Il marchio promuove ogni attività dell’azienda che va dalla distribuzione di benzina, gas ed elettricità, ai campi di produzione e alla quotazione in Borsa. L’adozione di un unico nome e marchio ha favorito una maggiore coesione tra i vari settori, una migliore omogeneità culturale, ma soprattutto ha favorito la nascita di un’identità aziendale forte figlia di un grande passato e di una grande tradizione. Una tale innovazione è visibile nella campagna pubblicitaria datata 2010 in cui il cane a sei zampe di Eni esce dal quadrato e si proietta verso una realtà aziendale nuova che comunica dinamicità e tensione verso il futuro. La scritta si presenta in modo originale e i caratteri sono in minuscolo per evidenziare il rapporto di prossimità che Eni vuole stabilire con fornitori, clienti, azionisti e collaboratori.

La pubblicità di Eni ha fatto la storia

Le complesse dinamiche attraverso cui sono cambiati l’Italia e gli italiani nel corso di quasi un secolo passa anche dallo sviluppo della produzione di energia e dalle campagne di comunicazione di Eni che ne hanno promosso la diffusione attraverso spot e manifesti pubblicitari. Una lunga carrellata di filmati d’epoca che vedono protagonisti Raffaella Carrà, Dario Fo e Franca Valeri aiuta a ricomporre la storia dell'Eni e permette di ripercorrere in modo suggestivo tutto l’affascinante processo che ha permesso all’Italia l’ingresso nella civiltà industriale.

Multimedia

Voci collegate

Il cane a sei zampe, la storia del marchio Eni dal 1953 al 1998

Il cane a sei zampe nasce nel 1952 come simbolo della benzina Agip Cortemaggiore e dal 1953 diventa il simbolo di Eni.

Il cane a sei zampe: il marchio di Eni tra grafica e letteratura

Sono gli aneddoti, gli slogan d’autore, le testimonianze dirette ad alimentare ancora oggi il mito del marchio Eni, l’inconfondibile cane a sei zampe.
Back to top