Overview

Russia
La presenza di Eni nell’ex Unione Sovietica risale agli anni Cinquanta del secolo scorso. Oggi lavoriamo nel settore Exploration & Production nell’offshore russo del mare di Barents, del mar Nero e in quello del mar Mediterraneo in collaborazione con Novatek. Per quanto riguarda i settori Gas & Power e Refining & Marketing, acquistiamo dal Paese ingenti quantità di gas e acquistiamo sui mercati internazionali greggio e prodotti raffinati di produzione russa.

Exploration & Production

Nel giugno 2013 Rosneft e Eni hanno perfezionato gli accordi per la conduzione congiunta delle attività esplorative nell’offshore russo del Mare di Barents (licenze di Fedynsky e Central Barents) e del mar Nero costituendo tre società miste, di diritto lussemburghese, per lo sviluppo delle licenze nell’offshore russo, nelle quali Rosneft detiene il 66,67% e Eni il 33,33%. Nell’ambito di questi accordi Eni è chiamata a sostenere il 100% dei costi delle attività a cui le licenze sono impegnate: il pagamento di questi costi prende la forma di un finanziamento di Eni a Rosneft, che impiega le risorse esclusivamente per le attività esplorative previste. Nel luglio 2013 Eni e Rosneft hanno avviato anche l’attività di rilevamento sismico 2D su una superficie di 9.950 chilometri quadrati relativa alle licenze di Fedynsky e Central Barents, situate nell’offshore russo del Mare di Barents. Nell’estate del 2013 è stato eseguito un rilievo batimetrico morfologico nel Mar Nero in cui continua un regolare monitoraggio ambientale sull’area della licenza, mentre un anno dopo sono stati acquisiti 3mila chilometri quadrati di rilevamento sismico 3D attualmente in corso di elaborazione e interpretazione. Le tensioni geopolitiche tra Russia e Ucraina in merito alla sovranità sulla Crimea hanno portato all’adozione di importanti misure sanzionatorie nei confronti della Russia da parte degli USA e dell’UE. Tali sanzioni colpiscono principalmente i settori finanziario e della ricerca e produzione di idrocarburi. Circa il 30% degli approvvigionamenti di gas long-term di Eni proviene dalla Russia. Inoltre Eni è partner della società petrolifera russa Rosneft in diversi progetti esplorativi nel Mare di Barents russo e nel Mar Nero. Le misure restrittive prevedono delle esenzioni per i progetti in corso. Nel 2015 Eni ha ottenuto da parte delle competenti Autorità europee le necessarie autorizzazioni per riprendere alcune attività esplorative. Tuttavia considerata l’incertezza del quadro complessivo dei rapporti tra Russia e Occidente, non si possono escludere ritardi nell’esecuzione dei progetti in corso. Il regime delle sanzioni potrebbe inoltre variare in base all’evoluzione della situazione politica.

Gas & Power

Nel 2015 le forniture di gas naturale della Federazione Russa a Eni sono state di 30,33 miliardi di metri cubi (26,68 mld mc nel 2014 e 29,59 mld mc nel 2013).
Eni partecipa con il 50% al gasdotto sottomarino Blue Stream che collega la Russia alla Turchia attraverso il Mar Nero. Posato a profondità record (oltre 2.150 metri), il gasdotto sviluppa complessivamente 774 chilometri su due linee e ha una capacità di trasporto di 16 miliardi di metri cubi/anno. Blue Stream è una joint venture per vendere il gas proveniente dalla Russia su mercato turco. Questi asset generano un flusso stabile di utile operativo, grazie alla vendita su base long-term dei relativi diritti di trasporto.

Refining & Marketing

Oggi Eni acquista sui mercati internazionali greggio e prodotti raffinati di produzione russa, principalmente per il rifornimento del proprio sistema di raffinazione e greggio russo per rifornire, attraverso la pipeline Druzhba, la raffineria tedesca PCK-Schwedt.
Nel 2015 la fornitura (corrispondente alla quota di partecipazione Eni nella Raffineria) è stata di circa sette milioni di barili all’anno, per la maggior parte acquistati dalla società Rosneft.
Eni opera in Russia nel mercato retail (oil e non oil) ed in quello wholesale (lubrificanti) tramite la consociata Eni Nefto, con una struttura organizzativa che conta 32 persone.
La società dispone di una stazione di servizio a Mosca che è gestita in diretta e impiega circa 20 addetti. La stazione è ad altissimo erogato oil e dispone di un ampio shop, un bar e un lavaggio.
La stazione, inaugurata nel 1991, è stata la prima operante a marchio straniero nell’allora Unione Sovietica.
All’attività retail si affianca la vendita di lubrificanti a marchio eni nel mercato extrarete russo.
Le vendite totali nel 2015 ammontano a circa 16 kton, di cui il 90% realizzato nella rete.

Sedi e contatti

Eni Mosca - Ufficio di Rappresentanza
Bolshoy Levshinsky pereulok 10, bld.1
119034 Mosca
Tel. +7 (495) 916 5353/55
Fax +7 (495) 916 5350/51

Exploration&Production
LLC “Eni Energhia”
Bolshoy Levshinskiy pereulok 10/1
119034 Mosca
Tel +7 (495) 916 5314
Fax +7 (495) 916 5317

Gas&Power
Blue Stream Pipeline Co BV
c/o Eni International BV
Strawinskylaan 845
Amsterdam, 1077 XX
Netherlands
Phone: 31 20 570 7133
Fax: 31 20 570 7182

Refining & Marketing
Eni Nefto
Leningradskoje Shosse, 63
125455 Mosca
Tel. +7 (495) 234 1921
Fax +7 (499) 457 2694

Link esterni

Back to top