Overview

Ecuador sostenibilità
Vogliamo creare sviluppo sociale nei Paesi in cui lavoriamo: i nostri progetti di sostenibilità sono finalizzati al miglioramento delle condizioni di vita delle comunità e al rispetto del territorio. La tutela della salute è un elemento fondamentale della presenza di Eni in Ecuador: abbiamo realizzato presidi sanitari e ambulatori medici nel Paese e promosso l’aggiornamento del personale medico e paramedico, mentre nel settore dell’educazione abbiamo dato il via a numerosi progetti volti ad aumentare il numero di studenti iscritti all’università.

Sviluppo socio-economico

Nel documento Eni in Ecuador - Local Report 2011, sono illustrati anche le partnership e i progetti realizzati per la promozione dello sviluppo autonomo e durevole delle comunità locali, nel quadro di riferimento degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio delle Nazioni Unite. Il documento testimonia l’impegno dell’azienda verso il Paese sudamericano e il nostro dialogo con gli stakeholder.

Nel 2015 abbiamo collaborato con 377 fornitori locali, per un totale di 62 milioni di euro movimentati. In Ecuador, grazie alle strategie di local content messe in atto, la quota complessiva di procurato sui mercati locali ammontava a circa il 93 %. Eni ha utilizzato nel Paese un sistema di qualifica e controllo che prevede la valutazione dei fornitori attraverso criteri definiti dallo standard di certificazione SA8000 relativi al rispetto dei diritti umani e dei lavoratori, alla tutela dei minori e a garanzie di sicurezza e salute occupazionale. Nel 2015, è proseguito il processo di qualifica, che ne ha coinvolto ulteriori 80 fornitori.

In accordo con gli enti amministrativi locali e con le comunità del Blocco 10, Eni ha avviato progetti di sviluppo per migliorare gli standard di vita degli abitanti di 28 comuni della zona di Villano e del Central Processing Facility (CPF). Anche nel 2015, Eni ha migliorato l’accesso ai servizi, attraverso la costruzione di 46 nuove case, oltre che riparando e garantendo la manutenzione di impianti idrici, di infrastrutture educative e sanitarie e di edifici pubblici.

Salute

Agip Oil Ecuador opera nel Blocco n. 10 situato nella Foresta Amazonica Ecuadoriana dove vivono circa 3200 persone distinguibili in differenti Comunità. In questo contesto e nell’ambito di Accordi pluriennali sottoscritti con le singole Comunità, eni Ecuador ha intrapreso per la componente di Salute Pubblica un Progetto di sviluppo e supporto di un sistema di servizi sanitari preventivi e curativi. Il Progetto ha visto negli anni, attraverso varie fasi (e relativi accordi) la realizzazione e la ottimizzazione di una rete di servizi sanitari, di base e di riferimento, sia a livello dei villaggi che della vicina città, con l’obiettivo di aumentare l’accesso e l’utilizzazione di tali servizi e cosi favorire la riduzione della morbidità e della mortalità per le malattie e le condizioni patologiche endemiche nella popolazione beneficiaria. Le aree di rafforzamento e supporto alla rete dei servizi sanitari (Comunità, Dispensario, Centro di Salute, Consultorio e Ospedale) si compiono attraverso:
  • Protezione realizzata attraverso una Rete Sanitaria formata da 15 Promotori di Salute, 3 Ausiliari e 3 Promotori Supplenti che erogano prestazioni sanitarie come primo livello di accesso
  • Consulenze ambulatoriali effettuate presso le Unità sanitarie (Dispensari e Centro di Salute) localizzate sul territorio e presso il Consultorio cittadino
  • Visite periodiche del Team del Ministero della Salute Pubblica (brigadas medicas) in virtù di un coinvolgimento sempre maggiore delle istituzioni pubbliche e della futura presa in carico dei servizi migliorati. Il Medico, l’Odontoiatra, l’Infermiere Ausiliario componenti il Team
  • Attività di fumigazioni realizzate nei villaggi del territorio (500 compound) da un personale addetto a tali attività, in seno alle brigadas medicas per il controllo dei vettori delle malattie trasmissibili da artropodi (malaria et al)
  • Consulenze ospedaliere per prestazioni Ambulatoriali, di Diagnostica e Laboratorio a pazienti riferiti dai livelli inferiori all’Ospedale
  • Evacuazione Medica per casi urgenti dei quali: con elicottero, con aereo e via terra.
  • Trattamento di casi cosiddetti speciali per riferimento a livelli superiori del Sistema Sanitario Ecuadoregno.
Ad oggi, oltre alle attività di formazione, di assistenza tecnica e di institution building e di prevenzione i casi trattati assommano a circa 20mila.

Educazione

Nell’area di Villano, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, Agip Oil Ecuador sostiene dal 2013 un programma che sta contribuendo a migliorare la qualità dell'istruzione nei tre livelli scolastici, elementare, secondario e superiore, in accordo agli standard del Ministero della Pubblica Istruzione. I beneficiari sono 3.200 persone, distribuite in 28 villaggi della zona di Villano e del Central Processing Facility (CPF). In particolare, il piano mira a portare al 100% il tasso di frequenza scolastica elementare, ad aumentare il tasso di studenti che si iscrivono e frequentano la scuola superiore, a ridurre il tasso di abbandono sull’intero ciclo di studi e ad aumentare le opportunità di accesso alla formazione professionale e universitaria. Nel 2015, oltre a rendere operative ulteriori 3 scuole, il programma ha garantito la consegna della ristorazione scolastica, la fornitura di materiale didattico, informatico e sportivo, oltre che di divise scolastiche, finanziando il costo di 23 insegnanti. Nello stesso anno, 826 studenti hanno frequentato la scuola primaria, 303 studenti sono iscritti alle 5 scuole superiori e 50 studenti sono sostenuti nella carriera universitaria con borse di studio e rimborso spese.

Ambiente

Tra la vastità di ambienti naturali in cui Eni opera, l’Amazzonia ecuadoriana è uno dei più sensibili data la ricchezza della biodiversità e dei servizi ecosistemici che ne derivano. Eni, in collaborazione con l'organizzazione internazionale Flora and Fauna International e l'istituto locale Pontificia Universidad Católica del Ecuador, ha lanciato il progetto di biodiversità di Villano (2007-2010) per valutare lo stato della biodiversità nella zona più ampia di Villano ed identificare i fattori chiave di cambiamento, sia per quanto riguarda il paesaggio che per quelli specifici sui siti, differenziando gli impatti delle operazioni di Agip Oil Ecuador da quelle causate da altre attività umane. Sulla base delle prove fornite dal progetto, dal 2011 ad oggi, è stato progettato e implementato un mirato piano d'azione per la biodiversità (Biodiversity Action Plan - BAP) per mitigare, ripristinare e monitorare gli impatti locali delle operazioni di Agip Oil Ecuador, informare altre operazioni (ad esempio Oglan) per identificare prontamente cambiamenti sulla biodiversità e gli ecosistemi (Biovidersità e servizi ecosistemici - BES) e applicare efficacemente la Mitigation Hierarchy, monitorare l'impatto di altre attività umane (in particolare le attività di deforestazione) e fornire una base scientifica per il dialogo con gli stakeholder rilevanti (soprattutto le autorità locali/regionali/nazionali) su come affrontare efficacemente questo impatto.

Voci collegate

Le attività di Eni in Ecuador

Le attività di Eni in Ecuador sono indirizzate principalmente ai settori di Exploration & Production e di Refining & Marketing.

Link esterni

Back to top