Overview

Sede Eni Roma

In questo approfondimento:

  • la panoramica sui risultati del primo trimestre 2018
  • i risultati del primo trimestre per settore di attività
  • il comunicato stampa del primo trimestre 2018
  • la presentazione dei Risultati primo trimestre 2018 in formato .pdf
  • l’audio webcast on demand dei risultati del primo trimestre 2018

Exploration & Production

Le performance del settore sono positive e sono state ottenute principalmente grazie alle maggiori produzioni di idrocarburi, che hanno spinto l'utile operativo adjusted E&P con un incremento del 47%. Fondamentali per la crescita i contributi da start-up e ramp-up pari a 238 mila boe/giorno. Nel primo trimestre sono proseguite le azioni di ottimizzazione del nostro portafoglio asset: sono state acquisite quote di partecipazione nelle concessioni in produzione nell’offshore di Abu Dhabi, realizzando l’ingresso in un Paese con grande potenziale minerario, ed è stato venduto un ulteriore 10% del campo di Zohr in Egitto. Inoltre è stato avviato il progetto a olio Ochigufu, nel Blocco 15/06 nell’offshore dell’Angola, in soli 18 mesi dalla presentazione del piano di sviluppo e che, a regime, aggiungerà 25.000 barili agli attuali livelli di produzione del blocco. In Indonesia è stato poi approvato il piano di sviluppo del giacimento a gas di Merakes nell'offshore, che potrà beneficiare delle sinergie con il vicino campo in produzione di Jangkrik.

Gas & Power

Anche le attività di questo settore hanno registrato risultati importanti nel primo trimestre dell’anno: le vendite di GNL sono in crescita del 35% a 2, 70 miliardi di metri cubi per effetto anche della disponibilità di gas da produzione Upstream in Indonesia grazie all’accresciuta integrazione con le atre attività dell’azienda. Nel primo trimestre 2018 le vendite di gas naturale di 22,44 miliardi di metri cubi sono diminuite del 3,6% rispetto al primo trimestre 2017. Le vendite in Italia sono aumentate del 7,8% a 11,19 miliardi di metri cubi per effetto di maggiori volumi spot, in parte compensati dalle minori vendite al settore grossisti e residenziale. Nel business retail si registra in crescita la base clienti al netto delle cessioni.

Refining & Marketing e Chimica

È stato firmato l’accordo con la società cinese Zhejiang Petrochemicals per la valorizzazione di EST (Eni Slurry Technology), la tecnologia proprietaria di Eni altamente innovativa, in grado di convertire completamente i residui di raffinazione, gli oli pesanti e i bitumi in prodotti leggeri di elevata qualità, azzerando la produzione di residui di raffinazione sia liquidi sia solidi (come coke o fuel oil). Nel febbraio del 2018 è stato siglato poi l’accordo strategico tra Versalis e Bridgestone per lo sviluppo di prodotti chimici da materie prime rinnovabili, come il guayule. Per il 2018 è previsto un margine di raffinazione di breakeven a circa 3 $/barile a fine 2018 grazie a nuove ottimizzazioni supply e assetti. Le lavorazioni di petrolio e di semilavorati in conto proprio sono state di 6,2 milioni di tonnellate in aumento rispetto al primo trimestre 2017 (+6,4%) per effetto delle maggiori lavorazioni presso tutte le raffinerie, in particolare su Sannazzaro e Taranto per l’indisponibilità di alcuni impianti nel 2017 e per le minori fermate rispetto al 2017 registrate presso le altre raffinerie.

Back to top