Overview

In questo approfondimento: 

  • i dati relativi alle performance del 2018 nel settore Exploration & Production
  • la tabella relativa agli investimenti tecnici del 2018 nel settore Exploration & Production

 L’indice di frequenza infortuni totali registrabili (TRIR) si attesta allo 0,30, confermandosi ad un livello più basso rispetto alla media del settore. Si conferma l’impegno Eni nella sensibilizzazione e diffusione della cultura della sicurezza, raggiungendo una riduzione del 46% rispetto al 2014. Emissioni da flaring in riduzione dell’8% rispetto al 2017 per effetto del raggiungimento della configurazione di zero flaring nel campo di Burun in Turkmenistan e della riduzione del flaring di emergenza. Tale performance è in linea con il nostro obiettivo di zero routine flaring al 2025. Nel 2018 Eni ha investito €39 milioni in progetti di flaring down, in particolare in Nigeria e Libia. L’indice di intensità GHG upstream è migliorato del 6% rispetto al 2017 e del 20% rispetto al livello 2014 grazie, in particolare, alla riduzione delle emissioni da flaring, al contributo dei campi a gas di Zohr in Egitto e di Jangkrik in Indonesia, oltre all’incremento produttivo di Goliat in Norvegia, asset a minore intensità emissiva rispetto alla media upstream. Questi trend sono in linea con l’obiettivo di riduzione del 43% nel 2025 vs. 2014.  Volumi di acqua reiniettata al 60% grazie al proseguimento delle iniziative in diversi siti produttivi, in particolare in Egitto ed Ecuador.  Nel 2018 il settore E&P ha più che raddoppiato l’utile operativo adjusted rispetto al 2017, raggiungendo il livello più elevato degli ultimi quattro anni. Tale trend riflette più che proporzionalmente il rafforzamento dello scenario Brent dei primi dieci mesi (+31% la quotazione media annua del Brent in dollari) e la crescita produttiva, sostenuta dal maggiore contributo di barili a più elevato profitto unitario. Produzione di idrocarburi record pari a 1,851 milioni di boe/giorno (+2,5% rispetto al 2017 a prezzi costanti). Il contributo da avvii/ ramp-up nell’anno è stato di oltre 300 mila boe/giorno.  Le riserve certe di idrocarburi al 31 dicembre 2018 ammontano a 7,15 miliardi di boe, determinate sulla base del prezzo del marker Brent di 71,4 $/barile. Il tasso di rimpiazzo all sources è del 124%; tasso di rimpiazzo organico del 100% (105% a prezzi costanti). Media triennale del tasso di rimpiazzo organico pari al 131%. La vita utile residua delle riserve è di 10,6 anni (10,5 anni nel 2017).

Investimenti tecnici

Investimenti tecnici

(€ milioni)

2018

2017

2016

Var. ass.

Var. %

Acquisto di riserve proved e unproved

869

5

2

864

..

Egitto

 

 

2

 

 

Africa Sub-Sahariana

 

5

 

(5)

..

Resto dell’Asia

869

 

 

869

..

Esplorazione

463

442

417

21

4,8

Italia

1

5

 

(4)

(80,0)

Resto d’Europa

52

186

11

(134)

(72,0)

Africa Settentrionale

20

55

42

(35)

(63,6)

Egitto

80

70

270

10

14,3

Africa Sub-Sahariana

22

25

30

(3)

(12,0)

Kazakhstan

 

3

 

(3)

(100,0)

Resto dell’Asia

140

20

57

120

..

America

146

76

7

70

92,1

Australia e Oceania

2

2

 

 

 

Sviluppo

6.506

7.236

7.770

(730)

(10,1)

Italia

380

260

407

120

46,2

Resto d’Europa

600

399

590

201

50,4

Africa Settentrionale

525

626

747

(101)

(16,1)

Egitto

2.205

3.030

1.700

(825)

(27,2)

Africa Sub-Sahariana

1.635

1.852

2.176

(217)

(11,7)

Kazakhstan

193

197

707

(4)

(2,0)

Resto dell’Asia

550

666

1.213

(116)

(17,4)

America

381

195

220

186

95,4

Australia e Oceania

37

11

10

26

..

Altro

63

56

65

7

12,5

TOTALE

7.901

7.739

8.254

162

2,1


Gli investimenti tecnici del settore Exploration & Production (€7.901 milioni) hanno riguardato essenzialmente gli investimenti di sviluppo (€6.506 milioni), realizzati prevalentemente all’estero in particolare in Egitto, Ghana, Norvegia, Libia, Nigeria, Congo e Iraq. In Italia gli investimenti di sviluppo hanno riguardato in particolare interventi di sidetrack e workover nelle aree mature. L’acquisto di riserve proved e unproved di €869 milioni riguarda il bonus d’ingresso nei due Concession Agreement in produzione offshore di Lower Zakum e di Umm Shaif e Nasr e nella concessione offshore Ghasha negli Emirati Arabi Uniti. Gli investimenti di ricerca esplorativa (€463 milioni) hanno riguardato in particolare le attività negli Stati Uniti, Egitto, Messico, Emirati Arabi Uniti ed Indonesia. Nel 2018 la spesa di Ricerca e Sviluppo del settore Exploration & Production è stata pari a €96 milioni (€83 milioni nel 2017). Sono state depositate 10 domande di brevetto.

Back to top