Homepage > Territorio

I progetti per la scuola e per la promozione del turismo

Eni conferma il proprio sostegno alle attività e ai progetti per la scuola e per la cultura, con iniziative orientate dalle esigenze del territorio realizzate in partnership con la Fondazione Eni Enrico Mattei, nel rispetto degli accordi sottoscritti con la Regione Basilicata.

  • Piccole ScuolePiccole Scuole
  • Turismo ScolasticoTurismo Scolastico
  • Progetto NECSTProgetto NECST
  • Alternanza scuola lavoroAlternanza scuola lavoro

Progetto "Piccole Scuole"

Prosegue, per il terzo anno consecutivo, il progetto “Piccole Scuole” con il coinvolgimento della scuola elementare “Benedetto Croce” di Pergola, nel comune di Marsico Nuovo.
Quest’anno il progetto è focalizzato sulla creazione di una rete di scuole primarie in luoghi di interesse Eni che lavoreranno su una piattaforma multimediale condivisa. Tecnologia e nuovi metodi di insegnamento che metteranno in connessione la scuola di Pergola con gli alunni delle scuole primarie (IV anno) di Ravenna, San Donato e Gela, coinvolgendo circa 110 bambini. Il progetto formativo dal titolo “Biodiversità in rete”, ha l’obiettivo di realizzare un percorso didattico guidato nelle scuole della rete che approfondisca l’importanza e la tutela della biodiversità. Lo scopo finale è creare un legame diretto tra gli alunni e i territori in cui vivono, per approfondire differenze e similitudini, attraverso una didattica innovativa. . Il sito, cuore pulsante del progetto, è diviso in due aree, una riservata ai docenti e alla loro formazione e l’altra agli studenti, concepita come luogo virtuale d’incontro e confronto. La pluriclasse di Pergola, attraverso l’uso del software di programmazione “Scratch”, creerà un’animazione digitale, rafforzando così l’esperienza del coding già sperimentata negli anni passati. Il progetto fa seguito alle attività realizzate negli ultimi due anni, durante i quali gli alunni della pluriclasse di Pergola sono stati inseriti nella rete delle “Piccole Scuole”, volta a garantire la continuità didattica attraverso la connettività web per le piccole scuole italiane in aree geograficamente isolate. Questo ha consentito loro di poter seguire i laboratori settimanali di didattica digitale in doppia lingua, italiano e inglese, tenuti da formatori della Fondazione Eni Enrico Mattei, focalizzati sul coding, ovvero sulla capacità di programmazione e sviluppo del pensiero computazionale, attraverso l’uso di “Scratch”, software gratuito fondato su un linguaggio di programmazione a blocchi che consente anche ai più piccoli di realizzare contenuti digitali interattivi.

Turismo Scolastico nelle Valli dell’energia

Il progetto "Turismo scolastico nelle valli dell’energia" si inserisce nel più ampio programma di attività e iniziative di Eni e FEEM volte alla promozione e allo sviluppo del turismo sostenibile in Basilicata. Finalizzato a promuovere il turismo scolastico in Basilicata, in particolare in Val d’Agri, costituisce un’opportunità di promozione e sviluppo locale per il territorio, grazie anche all’innovativa offerta didattica associata a un’attenzione verso il mantenimento di costi accessibili per le famiglie.

Nella prima fase dell’iniziativa, Eni ha sostenuto il trasferimento degli studenti da tutta Italia e ha previsto un accompagnatore didattico per tutto l’itinerario. Inoltre, grazie a un accordo stipulato con albergatori e ristoratori, anche vitto e alloggio sono offerti a prezzi concorrenziali.
Gli studenti possono, così, approfondire il complesso e vasto mondo dell’energia nell’ambito dell’unicità territoriale della Val d’Agri e della Val Camastra dove, accanto al tradizionale utilizzo delle fonti fossili, sono realizzati impianti per lo sfruttamento delle fonti rinnovabili come sole, vento, biomasse e acqua. Un vero e proprio laboratorio a cielo aperto per le scuole italiane, in cui sperimentare e focalizzare tanti contenuti curricolari: la chimica, la biologia, le scienze della terra, la fisica.

A seguito dell’attività di promozione del progetto "Turismo scolastico nelle valli dell’energia", sono state accolte, per la primavera del 2015, le richieste giunte dagli istituti scolastici provenienti da: Lombardia, Emilia Romagna, Lazio, Umbria e Puglia. Il progetto ha coinvolto un numero complessivo di 1.200 studenti.

Progetto NECST - A New Energy Culture: Sustainability and Territories (programma Erasmus Plus)

Eni, attraverso la Fondazione Eni Enrico Mattei, ha promosso la partecipazione della Basilicata a NECST, un progetto di partenariato strategico finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del programma Erasmus Plus. Il progetto, in linea con la strategia Europa 2020 e con gli obiettivi del Programma Istruzione e formazione 2020, ha l’obiettivo di sviluppare un circolo virtuoso di conoscenza e scambio di buone pratiche tra i settori accademico, scolastico e imprenditoriale, su tematiche legate all’energia e alla sostenibilità in territori nei quali è condotta attività di produzione energetica. L’Istituto di istruzione superiore G. Peano di Marsico Nuovo è il nuovo capofila del progetto di partenariato per l’Italia, e avrà l’occasione di partecipare alle attività insieme ad altri istituti secondari di II grado di altri tre paesi europei interessati da attività estrattiva: Croazia, Norvegia e Paesi Bassi.

Il cuore del progetto è costituito da una piattaforma informatica, denominata “Connecting Energy”, dove vengono scambiati contenuti multimediali diversificati sviluppati dagli studenti, in modo da promuovere la conoscenza delle problematiche connesse alla sostenibilità energetica. Il programma, della durata triennale (2014 – 2017), prevede una fase preliminare di formazione per alunni e docenti realizzata da Eni tramite accordi di partenariato con Enti di ricerca, imprese e Università, per trasmettere le conoscenze di base sulle tematiche energetiche e sugli strumenti informatici utilizzati. La formazione, condotta in parte nelle classi attraverso la fruizione di seminari on-line tenuti da accademici, e in parte grazie  a brevi esperienze di mobilità internazionale, consente il confronto con studenti di altri Paesi aderenti al progetto. L’obiettivo finale è quello di promuovere un’informazione completa e corretta sulle diverse fonti energetiche e rafforzare la cooperazione fra comunità locale, mondo scientifico e imprese coinvolte nelle attività di produzione energetica.

Progetto "Alternanza scuola lavoro"

Il progetto “Alternanza scuola lavoro” nasce con l’obiettivo di agevolare l’orientamento dei giovani dai 15 ai 18 anni sulle future scelte professionali, attraverso la partecipazione a esperienze che colleghino la formazione in aula con quella nel mondo del lavoro. Anche nel 2014, Eni ha preso parte al progetto, accogliendo i sedici studenti della III B del Liceo delle Scienze Umane di Viggiano, che hanno partecipato a visite in campo e lezioni in aula per arricchire la loro formazione ed approfondire le tematiche connesse alle attività petrolifere.

 


Questa pagina è stata aggiornata il 03/10/16