Homepage > Territorio

29 Marzo 2017La Basilicata dell'Oil&Gas in vetrina all'OMC 2017

Si è conclusa con grande successo di pubblico e partecipazione la XIII edizione dell'Offshore Mediterranean Conference & Exhibition - OMC 2017 - la principale vetrina dell'Oil & Gas nel bacino del Mediterraneo. L'evento, che da sempre si svolge a Ravenna, ha fatto registrare 22mila presenza, il 12% in più rispetto al 2015. Raddoppiato nell’arco di 10 anni anche il numero degli espositori: 650, provenienti da 30 Paesi su un’area espositiva (tra interno e esterno) di 35 mila mq, il 30% più del 2015. Tra gli espositori anche i rappresentanti del mondo produttivo lucano, guidati da Confindustria Basilicata.

I lavori di OMC 2017 sono stati aperti dalla sessione plenaria sul tema “Transition to a sustainable energy mix: the contribution of the Oil&Gas industry” a cui ha preso parte anche Claudio Descalzi, amministratore delegato di Eni. A margine dell’evento inaugurale, l’AD ha fatto visita allo stand di Confindustria Basilicata, dove ha potuto salutare i vertici dell’associazione datoriale e scoprire l’estratto della mostra “Basilicata: Another Dimension” che riproduce in suggestive immagini in 3D, il mondo produttivo lucano.

Presso lo stand di Confindustria si è soffermato anche il presidente di Nomisma Energia, Davide Tabarelli, per un incontro con i rappresentanti delle aziende lucane presenti a OMC 2017. “Dove c'è Oil&Gas, c'è cultura d'impresa, ingegneria e, perché no, anche agricoltura e turismo di grande qualità - ha dichiarato Tabarelli - Il miglior esempio di questo arriva proprio da Ravenna, dove da anni le estrazioni di gas in mare hanno portato ricchezza, dimostrando la perfetta possibilità di convivenza con altri asset industriali strategici”.

Approfondisci


Questa pagina è stata aggiornata il 29/03/17